AIDS: porta a infezioni opportunistiche

AIDS: porta a infezioni opportunistiche

Potreste aver sentito che qualcuno è morto di AIDS; Tuttavia, questa affermazione non è esatto, perché la morte è causata da infezioni opportunistiche, il cui sviluppo è associato ad un sistema di difesa diminuita.

Sono dati l'aggettivo "opportunistica", perché sono malattie che sfruttano un organismo il cui sistema immunitario (quella che ci protegge dalle aggressioni esterne) è debole e incapace di resistere. Questa condizione è vissuta dai pazienti con il virus dell'immunodeficienza umana (HIV), il microrganismo che attacca le cellule di protezione del corpo e letteralmente il liquido.

Questo crea le condizioni favorevoli per più microbi con cui siamo soliti vivere in pace, creare le condizioni che possono causare condizioni di morte. "Infezioni opportunistiche (OI) sono causate da batteri, virus, funghi e parassiti che possono attaccare a livello locale (solo invadere un corpo) o diffusi (in varie regioni o sistemi del corpo)", spiega il dottor Akio Murakami, assegnato alla zona di clinica Malattie infettive Malattie infettive Research (cieni) dell'Istituto nazionale di Malattie respiratorie (INER), che appartiene al Ministero della Salute (SSA) e si trova nella città della Spagna.

Radiografia di HIV / AIDS

"La prevalenza (numero di pazienti diviso per il numero di individui in un gruppo o popolazione) del virus HIV / AIDS in Spagna è di 0,3% tra la popolazione adulta, e questa percentuale luoghi del paese al 77 ° nel mondo. Inoltre, in America Latina e nei Caraibi il nostro Paese occupa il sito 23 di 48, vale a dire, è ancora una nazione con tassi relativamente bassi, inferiori a quelli del Brasile, Honduras e Belize ", dice lo specialista.

Ma come fa l'HIV influisce sul paziente? È noto che l'organismo crea copie identiche di esso e che infetta principalmente ad uno specifico tipo di globuli bianchi: cellule T, noto anche come CD4 + o T-helper, che sono responsabili per allertare il sistema immunitario di combattere gli invasori.

All'interno di ogni cella difensiva HIV produce milioni di minuscoli virus che alla fine uccidono il suo ospite e indirizzati a contaminare altre cellule del sangue sane. Pertanto, i trattamenti antiretrovirali (uso di farmaci per ridurre la carica virale del paziente) vengono indirizzati ad interferire questo processo, chiamato replica.

"Nei primi e medie fasi dell'infezione sviluppo IO è rara. Questi di solito si verificano nella fase tardiva, cioè quando c'è difese immunodeficienza avanzata sono anche diminuiti ", avverte il dottor Akio Murakami.

A questo proposito, va ricordato che la concentrazione di cellule T helper in una persona sana dovrebbe essere superiore a 500 unità per microlitro di linfociti (globuli bianchi). "Si ritiene che un paziente HIV è in una fase avanzata della malattia, quando il conteggio di tali cellule è inferiore a 200 cellule per microlitro," dice il cieni specialista. Questa fase è chiamata sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) ed è la "porta" al IO causa di deterioramento resistenza del corpo.

frequentemente

Secondo il dottor Akio Murakami, quando l'infezione da HIV progredisce per i malati di AIDS possono ottenere le infezioni causate da altri microrganismi.

micobatteri:

  • La tubercolosi (TB). Essa colpisce i polmoni e può danneggiare la pelle, il fegato e il tratto gastrointestinale e causare la meningite (infiammazione delle membrane che ricoprono il cervello).
  • M. kansasii infezione. Di solito colpisce i polmoni e può diffondersi al fegato, nella milza e nel midollo osseo.
  • M. avium intracellulare infezione. Causa febbre, linfoadenopatia (ingrossamento dei linfonodi), diarrea, sudorazione notturna e perdita di peso grave.

Altri batteri:

  • Streptococcus pneumoniae. Essa provoca la polmonite e la meningite.
  • Haemophilus influenzae. Danni al rivestimento del cervello e del midollo spinale.
  • Enterobacteriaceae. Genera diarrea cronica, perdita di peso e dolore addominale.

funghi:

  • Pneumocystis carinii. Può causare la morte per polmonite (grave infezione o infiammazione dei polmoni).
  • Cryptococcus neoformans. Criptococcosi causa un'infezione che danneggia i polmoni e può diffondersi al sistema nervoso centrale (composto del cervello e del midollo spinale).
  • Histoplasma capsulatum. Produce istoplasmosi, un'infezione che colpisce i polmoni e può diffondersi al sangue, le meningi e altri organi.
  • Coccidioidomicosi. E 'causata da inalazione di spore del fungo Coccidioides immitis; persone affette da HIV / AIDS sono a maggior rischio di contrarre la malattia nei polmoni, della pelle e la diffusione in tutto il corpo.
  • Aspergillosi. Causata dal fungo Aspergillus fumigatus, che si verifica in persone con AIDS la polmonite e le infezioni che si diffondono in varie parti del corpo.

virus:

  • Citomegalovirus (CMV). Infetta occhio e può portare alla cecità.
  • Herpes virus (HSV). Il tipo semplice provoca ulcere nella bocca o genitali, mentre zoster provoca lesioni dolorose sulle aree definite della pelle.
  • Adenovirus. Causa acuta (durata inferiore a tre mesi) nel tratto respiratorio, congiuntiva e, più raramente, diarrea e infezioni nel sistema nervoso centrale.
  • virus sinciziale (RSV). Causa bronchiolite (infiammazione delle vie aeree inferiori) e la polmonite.

altro:

  • Toxoplasma gondii. Molte persone affette da HIV sviluppano sintomi di toxoplasmosi quando avanzano alla fase di AIDS: febbre, mal di testa, confusione, sonnolenza, debolezza e disturbi visivi.
  • Strongyloidiasis. infezione parassitaria verme stercoralis Strongyloides, che penetra nella pelle delle mani e dei piedi, oltre a causare lesioni arrossate, dolori addominali, vomito, diarrea e perdita di peso.

Innanzitutto prevenzione

"Se un IO è in ritardo con il farmaco giusto, in molti casi può causare la morte. Da qui l'importanza della diagnosi di infezione da HIV in fase iniziale o intermedia e iniziare la terapia antiretrovirale nel più breve tempo possibile ", dice il dottor Akio Murakami.

L'IO può essere prevenuta con antibiotici, la somministrazione e il dosaggio dipende dal livello di difesa della persona interessata. Se il paziente ad acquisire alcune infezioni, terapia antimicrobica dura per diversi mesi e in alcuni casi sarà permanente, a seconda della malattia e la risposta al trattamento antiretrovirale.

Così, la resistente sottolinea, "è importante considerare che molte delle infezioni sono riattivazioni di un agente infettivo che ha vissuto nel corpo umano per anni, ma era stato controllato dal sistema immunitario pur essendo efficiente."

42

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha