Che cosa è l'anoressia?

Che cosa è l'anoressia?

Che cosa è l'anoressia?

L'anoressia nervosa è un insieme di disturbi alimentari gravi compresi i periodi di privazione di cibo (anoressia), a volte si alternano a periodi di mangiare cibo binge e spurgo (bulimia) associato entrambi i periodi di altri disturbi del comportamento il cibo non specificato.

Le persone con diagnosi di anoressia nervosa hanno un indice di massa corporea (BMI) e molto inferiori a quelli corrispondenti alla loro età, altezza e peso corporeo genere (sotto i 18 anni 19 è considerato sottopeso e gravemente sottopeso 17). Questo basso peso corporeo è causato da più del 50% dei pazienti, oltre alla privazione di cibo, da abuso incontrollato di lassativi o diuretici, generando vomito auto-indotto e sessioni di intenso esercizio fisico per perdere peso.

In tutti i casi, i pazienti sono spesso incapaci di riconoscere il problema della magrezza estrema, dal momento che sono consapevoli del loro status, negando categoricamente la sua condizione, e anche l'isolamento da chi è vicino perché sentono che vogliono loro "grasso" e che il problema di vista della realtà ha il suo ambiente e non loro.

Questa condizione è molto rara apparizione prima della pubertà e di solito colpisce una più alta percentuale di ragazze, ma sempre più si sta muovendo in avanti sopra l'età di esordio e la percentuale di casi equiparando genere. In media, si ritiene che l'anoressia nervosa appare circa 17 anni. Quanto prima l'età di insorgenza e la diagnosi precoce e il trattamento, migliore prognosi di guarigione lì. Sopra i 40 anni non comune. La sua prevalenza è impostato su un caso ogni 100-250 abitanti.

Cause e fattori di rischio per l'anoressia

È estremamente difficile stabilire parametri comuni responsabili di questo disturbo dovuto principalmente alla componente psicologica e la grande varietà di segni e sintomi tra pazienti e altri.

studi sviluppati hanno tentato di determinare la patogenesi (origine della malattia) malattia sono stati inconcludenti, indicando come origine la somma di alcuni di questi fattori predisponenti:

fattori individuali

Si è parlato di una possibile componente genetica associata alla presenza di gene 2A 5HT, rilevato in un gran numero di pazienti con diagnosi di questo disturbo alimentare e innescato da situazioni di malnutrizione. Diversi studi sui gemelli supportano questo accordo possibile componente genetica.

Si è rilevato un aumento dell'attività serotoninergica che sembra essere strettamente legata alla diminuzione della assunzione di cibo e disturbi comportamentali. Inoltre essi sono stati osservati mediante imaging, anatomiche e metaboliche in pazienti con anoressia, che potrebbe essere legata alla presenza dei cambiamenti malattia.

Infine, è stata legata prevalentemente alla presenza di questa malattia con disturbi psichiatrici come la depressione maggiore o disturbo ossessivo compulsivo.

fattori familiari

Presenza di alcool e / o disturbi psichiatrici in parenti di primo grado (genitori e fratelli).

fattori culturali

standard irraggiungibili di bellezza imposti dalla società e un eccessivo culto del corpo.

In aggiunta a questi fattori, l'insorgenza di diete restrittive è un fattore precipitante per la malattia.

 Tipi di anoressia

due tipi di anoressia differiscono osservato in entrambi i gruppi di pazienti una piccola percentuale con un singolo episodio isolato, una percentuale molto più alta adotta un fluttuante e alternato modello di aumento di peso e la ricaduta, e un gruppo finito non superi il primo episodio e sviluppa deterioramento cronico nel corso degli anni.

Qualunque sia il tipo di anoressia nervosa sviluppato, diversi studi hanno dimostrato che questi pazienti di solito hanno modelli di depressione e prima dello sviluppo dei disturbi d'ansia, che sono mantenuti o addirittura aumentare, nel corso della malattia e, in una percentuale significativa persistono una volta l'anoressia, in particolare la depressione.

l'anoressia restrittiva

Questa è una condizione clinica in cui i pazienti a raggiungere un basso peso attraverso diete molto restrittive, il digiuno molto prolungato, e un sacco di esercizio ad alta intensità. Questi pazienti non ricorrere a binge eating e successive purghe.

L'anoressia nervosa purgative / compulsivo

Si tratta di pazienti che utilizzano il abbuffate occasionali o sistematiche o spurgo (vomito, lassativi, diuretici, ...). A abbuffate sottogruppo ma nessun ricorso per eliminare sistematicamente. A causa della perdita di controllo dei propri impulsi di questo gruppo, questi individui sono più suscettibili di maggiore variabilità emotivo, così come soccombere all'abuso di sostanze (alcool, tabacco, ecc).

I sintomi di anoressia

Ci sono alcuni segni e sintomi che fanno sospettare che una persona può essere affetti da anoressia nervosa, tuttavia, la diagnosi, il trattamento e il monitoraggio devono essere sempre eseguite da un esperto professionista della salute. Questi segni sono:

 I segni di anoressia

 eccessiva perdita di peso in un breve lasso di tempo.
 costante sensazione di obesità desiderio infondata e costante per continuare dimagrimento, con controllo attivo (più volte guardo allo specchio, pesare più volte al giorno, contare le calorie ...).
 Crescita lenta e sviluppo (bambini e adolescenti).
 Disturbi delle mestruazioni o assenza di questo.
 Fare esercizio fisico costante ed eccessivo.
 Utilizzando abiti larghi, in particolare pantaloni.
 Evitare cibi in azienda.
 Scappa dal tavolo dopo aver mangiato.
 Non nascondere ingerire cibo (diviso in piccoli pezzi e diffondere a casa, buttare giù, nascondere ...).
 progressivo isolamento e la perdita di legami sociali.
 disturbi dell'umore con una tendenza alla depressione e ansia.
 Ossessione per il contenuto calorico di tutto ciò che si mangia, prendendo solo cibi a basso contenuto calorico.
 uso incontrollato di diuretici e lassativi.
 Bassa autostima.

I sintomi di anoressia

In ambito clinico i principali sintomi di anoressia nervosa sono:

 La pelle secca, con possibile presenza di crepe.
 Aspetto di capelli fini (lanugine) sulle guance, schiena, cosce e gli avambracci.
 ingiallimento della pelle, in particolare sulle piante dei piedi e delle mani. Ciò è dovuto all'aumento carotene sangue (precursore della vitamina A) di un disturbo del metabolismo.
 estremità fredde.
 unghie fragili e perdita di capelli.
 Ipertrofia delle ghiandole salivari, e la parotide e ghiandole sottomandibolari.
 disturbi dentali, incline alla corrosione e la presenza di carie dentali. smalto Questo è particolarmente evidente nei pazienti che vengono eliminati attraverso il vomito auto-indotto.
 Disturbi gastrointestinali: flatulenza, gonfiore, dolore addominale e costipazione (tranne se lassativi utilizzati possono causare diarrea, che altera l'equilibrio elettrolitico).
 Disturbi cardiovascolari: pressione bassa (ipotensione), riduzione della frequenza cardiaca (bradicardia), disturbi del ritmo cardiaco (aritmie), e così via.
 anomalie renali: indicativo di un malfunzionamento. Essi possono essere bassi livelli di potassio (ipopotassiemia), livelli elevati di composti derivati ​​da azoto (azotemia), e livelli di creatinina sierica.
 CBC: bassi globuli rossi (anemia) e globuli bianchi (leucopenia).
 livelli biochimici: basso di zucchero nel sangue (ipoglicemia), aumento dei trigliceridi, transaminasi e profilo proteico totale e colesterolo (ipercolesterolemia). Se il paziente spesso usato lassativi, clisteri, o vomito autoindotto, altri parametri specifici alterati.

La diagnosi di anoressia

La diagnosi di questa malattia si basa su:

 Un colloquio con il paziente e le loro famiglie più stretti, e rivedere la vostra storia medica e la storia familiare.
 Un esame fisico e la valutazione della frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la frequenza respiratoria.
 Ulteriori test clinici: emocromo, biochimica, ecc

Secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM IV) della American Psychiatric Association, i quattro principali criteri diagnostici per l'anoressia nervosa sono:

 affilato per raggiungere e mantenere il peso corporeo pari o superiore al valore minimo normale considerata seconda rifiuto età e dimensioni. Generalmente, il peso è inferiore al 85% del minimo per età e altezza.
 terrore patologico di aumento di peso e la conversione in una persona obesa.
 Alterando la percezione del peso e della forma del corpo, con esagerazione della sua importanza in autovalutazione, e la negazione dei rischi di basso peso corporeo mantenuto.
 amenorrea post-puberale nelle donne (la scomparsa di almeno tre cicli mestruali).

 Le chiavi nella diagnosi di anoressia

La versione 10 della classificazione statistica internazionale delle malattie e altri problemi di salute (ICD-10) rimane approssimativamente gli stessi criteri per la diagnosi di anoressia, ma un po 'più estesa, indicando:

 Significativa perdita di peso raggiunto evitando cibi "ingrasso" e due o più dei seguenti elementi: vomito autoindotto, uso di lassativi, eccessivo esercizio fisico, l'uso di diuretici o soppressori dell'appetito.
 sopravvalutato psicopatologia specifica e l'orrore ossessivo di grasso o idea cedimenti che implica che la soglia paziente non sottopeso autoimposta giustificato.
 Se insorgenza prepuberale, la crescita è interrotta, la mancanza o l'assenza di sviluppo del seno e l'aspetto di amenorrea primaria in femmine e, nel caso di bambini, genitali rimangono giovanile.

Con il recupero, questi sintomi sono invertiti e continua normale sviluppo puberale, tranne per il menarca ritardo.

La prevenzione di anoressia

La diagnosi precoce e messo nelle mani di specialisti di seguire un corretto trattamento sono le armi migliori per combattere l'anoressia, la malattia una volta stabilito. Tuttavia, è meglio evitarne la ripetizione, con la diffusione di programmi di prevenzione e promozione della salute nella famiglia, istruzione e campi sociali, che ridurrebbe il numero di persone che sviluppano disturbi alimentari le cui conseguenze possono avere un impatto sulla loro salute in modo irreversibile .
Impedire l'anoressia dall'infanzia

Ecco alcuni consigli per aiutare a prevenire i vostri bambini o anoressia nei giovani parenti:

 Insegnare ai bambini fin dalla giovane età, sia a casa che a scuola, l'importanza di una corretta alimentazione.
 pasti in famiglia, quando possibile, trasformando il tempo di pasto in un piacevole incontro in cui si scambiano le esperienze della giornata.
 Il menu deve essere varia e comprende tutti i tipi di alimenti necessari per una corretta alimentazione.
 A meno che non vi sono motivi di salute, non dovrebbero essere esclusi gli alimenti dalla dieta dei bambini, sono tutti necessari in prospettiva, anche se si dovrebbe limitare l'assunzione di dolci e dell'industria, sostituendo i dolci, per quanto possibile, altri fatti in casa.
 Esperimento con diversi ortaggi e frutti per trovare quelli che piace di più. Anche se non gli piace il cavolfiore, si può amare, spinaci.
 Stabilire orari dei pasti regolari. Meglio se il cibo è diviso in quattro o cinque dosi nell'arco della giornata (colazione, brunch, pranzo, merenda e cena).
 Costruire l'autostima. E 'importante conoscere le vostre capacità ei limiti, e imparare a sentirsi bene con se stessi. Ciò impedirà complesso futuro.
 Rafforzare la loro autonomia e incoraggiarlo ad avere le proprie opinioni e di essere meno vulnerabili ai messaggi dei media e della pubblicità per trasmettere l'idea che un corpo perfetto è sinonimo di successo e la felicità, dimenticando i valori delle persone.
 Discutere con il bambino questi messaggi di estetica e cibo approvvigionato dai media, ragionando ciò che è vero e cosa non lo è, e il valore di insegnamento salute nel vincoli estetici.
 Non proporre obiettivi e accademica o sport, che superano la loro capacità di evitare frustrazioni.
 incoraggiarlo a esercitare regolarmente. E 'bene alla salute e aiuta a rimanere in forma.
 Facilitare le loro relazioni sociali e la partecipazione alle attività extrascolastiche, gite, visite culturali programmate dalla scuola, etc. Se si sente socialmente integrata, è difficile pensare che la crescita diminuirà per non incontrare canoni specifici di bellezza.
 Stabilire una buona comunicazione all'interno della famiglia, in modo che il bambino si sente sicuro e in grado di chiedere consiglio e aiuto dalla sua famiglia quando affronta situazioni che sono difficili o stressanti.

La prevenzione di anoressia in età adolescenziale

 La maggior parte dei casi di anoressia si verificano in donne di età compresa tra i 14 ei 18 anni. I giovani che hanno ricevuto un messaggio falso che celebra la magrezza come la rappresentazione di successo, la felicità, giusto e naturale. Il desiderio di cambiare l'aspetto fisico non significa che la malattia mentale è sofferenza, ma non aumenta le probabilità di sviluppare un disturbo alimentare quando diventa un'ossessione e comportamenti inadeguati sono adottati. L'adolescenza è un momento particolarmente vulnerabili perché la personalità non si forma a sufficienza, da qui l'importanza dei programmi di prevenzione anoressia, per prevenire lo sviluppo di questo e di altri disturbi alimentari.
 Educatori a contatto con gli adolescenti svolgono un ruolo importante nella diagnosi precoce di disturbi alimentari, e dovrebbero informare i loro parenti se essi osservano disturbi emotivi o cambiamenti nel comportamento o l'aspetto fisico dei giovani.
 Se i giovani hanno bisogno di perdere peso per motivi di salute, si dovrebbe sempre farlo sotto controllo medico e con la conoscenza dei genitori. Se queste note che il desiderio di perdere peso è ingiustificata, o che il giovane comincia arbitrariamente ridurre la quantità di cibo, devono consultare immediatamente uno specialista.
 I membri della famiglia dovrebbero evitare di fare commenti sprezzanti circa l'aspetto fisico degli altri. Si può criticare illeciti o personaggio malvagio di qualcuno, ma non prendere in giro il suo grasso brutto o.
 Allo stesso modo, l'adolescente dovrebbe essere insegnato ad apprezzare le virtù di altri invece di giudicare dal loro aspetto.
 Promuovere l'integrazione e la convivenza tra le persone di diversa estrazione sociale e culturale, aiuta l'adolescente a capire che essere diversi non significa essere meglio o peggio.
 Migliorare la loro autostima a valorizzare le loro qualità e capacità e non vergognarsi dei suoi limiti.
 Un ambiente familiare positiva, senza essere iperprotettivo, forniscono la sicurezza degli adolescenti e il sostegno di cui hanno bisogno per superare i loro problemi.

21

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha