Grande scoperta: l'ammasso galattico più lontano nella storia di osservazioni astronomiche

Un gruppo di astronomi ha scoperto attraverso due telescopi della NASA, WISE e Spitzer, un ammasso di galassie estremamente remote, che si trova 8,5 miliardi di anni luce di distanza ed è le strutture cosmiche più distanti osservati nella storia dell'astronomia, secondo UPI .

Questo ammasso galattico contiene migliaia di galassie, e ogni galassia è formata alla fine di miliardi di stelle. galassie più vicini in questo cluster sono più vecchi e più grandi rispetto agli altri (lo sciame), il risultato di processi di cannibalismo galattico - nel corso del tempo hanno incorporato galassie più piccole nelle vicinanze.

I due telescopi, saggio e Spitzer lavorano in tandem per questo tipo di osservazioni, secondo Agerpres. Mentre WISE fornisce una panoramica delle profondità dell'universo nello spazio-tempo, Spitzer telescopio aiuta gli astronomi per individuare con maggiore precisione le strutture cosmiche più lontane.

"Solo perché combinando i dati raccolti dai telescopi Spitzer e WISE ho potuto fare questa scoperta", ha detto Anthony Gonzalez, astronomo presso l'Università della Florida.

ammasso galattico gigante è stato chiamato (MOO) J1142 "Massive Overdense oggetto" + il 1527 e come la luce irradiata dal ammasso galattico ha bisogno di 8,5 miliardi di anni per raggiungere la Terra, la sua scoperta fornisce una finestra indietro nel tempo per un momento in cui l'universo era relativamente giovane, avendo solo circa 5,5 miliardi di anni.

La scoperta di questo ammasso galattico può aiutare gli astronomi e astrofisici a capire di più su come l'Universo si è evoluto.

"Sulla base della nostra comprensione di come ammassi galattici si sono sviluppati fin dall'inizio dell'universo, possiamo concludere che questo cluster è uno dei più massiccia cinque tali strutture galassia al momento dell'Universo", ha commentato Peter Eisenhardt, il membro del team di WISE al Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California.

"Una volta che troviamo più di questi ammassi galattici ultra-massicci, possiamo studiare come le galassie si sono evoluti in questi ambienti estremi", ha detto e Anthony Gonzalez.

Imparare a conoscere questo ammasso galattico è stata pubblicata sull'ultimo numero di Astrophysical Journal Letters.

0

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha