I farmaci sono meno efficaci in estate che in altre stagioni

Secondo i ricercatori svedesi, il tempo può influenzare il modo in cui il corpo metabolizza i farmaci.


Nel prossimo futuro i medici potrebbero consultare le previsioni del tempo prima di determinare il dosaggio dei farmaci per i pazienti. Uno studio condotto presso il Karolinska Institute di Stoccolma, in Svezia, ha dimostrato che un enzima prodotto nel CYP3A4 fegato è coinvolta nel metabolismo dei farmaci, e di "produzione" è stimolata dalla vitamina D prodotta nella pelle sotto l'influenza della luce solare.


Nello studio, 6.000 persone sono state monitorate per 10 anni, sono state somministrate ad alcuni immunosoppressori. Sono stati raccolti 70.000 campioni di sangue in questo intervallo, è emerso che durante i mesi estivi, quando il sole è sopra il cielo, sotto l'influenza della maggiore quantità di vitamina D sintetizzata corpo "si rompe" i farmaci più veloci, secondo new Scientist.

 In altre parole, l'estate, i farmaci sono meno efficaci rispetto al resto dell'anno. "Mentre la dose era lo stesso effetto terapeutico è stato diverso da stagione a stagione. Durante il corpo caldo, e così colpito avrà bisogno di una dose aumentata per controllare la malattia," dice il Dott. Erik Eliasson, ricercatore del cavo . La scoperta è importante perché l'enzima CYP3A4 è coinvolto nel metabolismo di quasi la metà dei farmaci attualmente utilizzati.



0

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha