Neuropatia ottica

Neuropatia ottica si manifesta con disturbi visivi e talvolta dolore, accentuato dai movimenti oculari.

anatomia

La visione è il senso più importante che abbiamo. strutture di informazione penetrano l'occhio e la retina viene convertito in segnali elettrici. Questi segnali sono portati dal nervo ottico ai centri visivi del cervello, dove sono interpretati.

La luce entra attraverso la pupilla, attraversa il bulbo oculare camera e raggiunge strati più profondi della retina che viene catturato dal coni ei bastoncelli che sono cellule recettori. Si converte la luce in impulsi elettrici che trasmettono cellule bipolari (neuroni primari) e hanno ulteriori cellule gangliari (neuroni secondari). assoni delle cellule gangliari convergono per formare il nervo ottico.

Il nervo ottico è un percorso postero a bulbo oculare e lascia l'orbita attraverso il canale ottico che raggiunge la fossa cranica media. Qui nervo ottico si unisce con l'altro lato per formare il chiasma ottico. Parte di assoni che attraversano a questo livello e continuare tratti come ottica agli organi genicolati (neuroni terziario). Loro assoni formano le radiazioni o geniculocalcarine tratti ottici che entrano gli emisferi cerebrali e raggiungono aree visive. Le informazioni zona visiva primaria è trasmessa alle aree visive secondarie per l'interpretazione e bulbi oculari del centro lobo frontale per il coordinamento e il controllo dei movimenti oculari.

Il disco ottico o ottico papilla nervo rappresenta la fine è l'unica parte della retina e del nervo ottico che può essere osservata a ophthalmoscopy (posteriore dell'occhio). Pertanto, in termini oftalmoscopio, nervo ottico ha due parti: una juxtabulbara, cominciando con gemma e mantenere al punto di entrata della nave nervo retinica centrale (~ 10mm) e ha una retrobulbare, che continua a chiasma ottica.

Il nervo ottico è coperto da dura, aracnoide e pia cervello meningea che continua lamine.

sintomi

Neuropatia ottica si manifesta con disturbi visivi (riduzione dell'acuità visiva, campo visivo, colore sensazione alterata u0026 ndash; discromatopsia o acromatopsii, fosfeni u0026 ndash; sensazioni visive di bruciore, illuminazione, fulmini) e talvolta dolore, accentuato dai movimenti oculari. Il quadro clinico può essere cronica (esemplificata nelle lesioni di compressione) ed acuta (in neurite ottica).

cause

Le cause di neuropatia ottica (unilaterale o bilaterale)
  • demielinizzante (sclerosi multipla, infezioni virali)
  • ischemia (arteriosclerosi, arterite a cellule giganti, arterite sifilitico)
  • l'alta pressione (intraoculare o intracranica)
  • farmaci e sostanze tossiche (metanolo, streptomicina, cloramfenicolo, Infliximab, isoniazide, etambutolo, metalli pesanti)
  • carenze di vitamine (vitamina B12, tiamina)
  • meccanismi di infiltrazione o compressione (sfenoide meningioma ala, olfattivo meningioma trincea, metastatiche, gliomi nervo ottico, tumori ipofisari, sarcoidosi, linfomi, granulomatosi di Wegener)
  • heredofamiliale (atrofia ottica di Leber, giovanile atrofia ottica dominante)
  • trauma
  • radiazioni richiamo.

neuropatia ottica possono essere classificati in base alla comparsa del disco ottico:
  • gonfio (papillite, ipertensione endocranica, neuropatia ottica ischemica, papilopatie diabetica, tumori orbitali, centrale occlusione venosa retinica)
  • normale (neurite ottica retrobulbare, nutrizionale neuropatia ottica, neuropatia ottica ereditaria, infiltrazione granulomatosa o carcinomatosa)
  • atrofica (glaucoma, la neuropatia ottica qualsiasi).

Tipi di neuropatia ottica

neurite ottica nella sclerosi multipla comporta un processo infiammatorio e demielinizzante nervo ottico. Inizia abbastanza acuta unilaterale o bilaterale riduzione dell'acuità visiva, adolescente o giovane adulto. Se l'infiammazione della testa del nervo ottico comprende, quando il papillite esame del fondo è evidenziata. Se neurite appare dietro il bulbo oculare, questo esame può essere normale. Il paziente spesso suona i movimenti degli occhi dolorosi. Diminuzione della acuità visiva può arrivare fino alla cecità. Di solito, la guarigione spontanea si verifica nel giro di settimane o terapia con corticosteroidi.

La metà dei pazienti che sviluppano un primo episodio di neurite ottica, senza altri sintomi, nel corso dei prossimi cinque anni mostra altri segni e sintomi della sclerosi multipla. Il 15% dei pazienti con sclerosi multipla, la malattia inizia con neurite ottica.

Anche se i rendimenti di acuità visiva dopo un episodio di neurite ottica, non è totale perché ogni episodio di neurite ottica comporta un grado variabile di atrofia ottica.

Bilaterale come lesioni (demielinizzazione e necrosi) si verificano in neuromielite ottica (malattia di Devic). Di solito il danno è più grave come la sclerosi multipla e rispondere molto meglio Rituximab dalle preparazioni di cortisone.

Infarto ischemico neuropatia ottica coinvolge il nervo ottico. Molto spesso precede (che colpisce il disco ottico) e meno indietro. La lesione del nervo ottico dietro la retina può verificarsi nella porzione intraorbitario, nervo cranico o intracanalicular. La causa più comune è l'aterosclerosi e raramente altre malattie, come arterite a cellule giganti, lupus eritematoso sistemico, sifilide, HIV. Causa neuropatia ottica ischemica è la causa più comune di perdita visione monoculare non accompagnato da dolore. Il fondo dell'occhio ha un aspetto tipico dell'edema testa del nervo e emorragia piccolo disposta nella fiamma, neuropatia ottica ischemica anteriore; nella parte posteriore, ha un aspetto normale.

neuropatia ottica trombosi del seno cavernoso si manifesta con perdita della vista, dolore, iperemia congiuntivale e malattia degli occhi nei movimenti.

Nutritional neuropatia ottica si verifica spesso negli alcolisti o persone malnutrite e si installa in pochi giorni o settimane. Diminuzione della acuità visiva è bilaterale, più spesso simmetriche e colpisce soprattutto la parte centrale del campo visivo. Se il trattamento con vitamina B è rapidamente stabilito, il recupero completo è possibile. Se il trattamento viene ritardato, il paziente può rimanere un difetto del campo visivo centrale permanente.

neuropatia ottica si verifica dopo richiamo radiazione radioterapia stabilito nelle nasali o paranasali carcinomi, che non solo causare danni al nervo ottico (più spesso irreversibile) ma chiasma. danno del nervo ottico si verifica dopo 6 a 24 mesi dopo la radioterapia è generalmente irreversibile.

Ottica ereditaria di Leber Atrofia inizia insidiosamente più spesso a 18-25 anni (soprattutto nei maschi), con diminuzione della acuità visiva in entrambi gli occhi contemporaneamente essere in prima un occhio e poi entro un anno e l'altro. visione alterata è particolarmente impianto prima di essere periferica. Disturbo di colore appare a prima. L'evoluzione è subacuta. È una malattia mitocondriale (trasmessa da madre a figlio) che consiste di degenerazione delle cellule gangliari della retina e dei loro assoni. Questo produce un atrofia del nervo ottico dalla retina al nucleo genicolato laterale. Purtroppo, finora non esiste alcun trattamento efficace. Cianocobalamina dovrebbe essere evitato in quanto può portare alla cecità nei pazienti con atrofia ottica di Leber. Altro atrofia ottica ereditaria sono:
  • trasmessa atrofia ottica ereditaria dominante (compare intorno all'età di 4-6 anni e non causano danno grave che in età adulta)
  • trasmessa recessiva atrofia ottica ereditaria (si verifica al momento della nascita e, in generale fino a quattro anni portare alla cecità).

Post-traumatico neuropatia ottica è raro e si verifica nel 1-5% di trauma cranio-cerebrale. Generalmente ha una prognosi infausta.

neuropatia ottica e glaucoma si verifica quando si verifica a causa di degenerazione delle cellule gangliari retiniche gravemente elevata pressione intraoculare. Sembra che un meccanismo aggiuntivo al meccanico sarebbe secreta da ossido nitrico astrociti papilla che è tossico per assoni.

sindrome di ipertensione endocranica, si verificano danni alla papilla del nervo ottico (papillare) bloccando il trasporto axoplasmic in fibre nervose, e il danno è più spesso bilaterale. A seconda apparizione oftalmoscopica di papilledema, in grado di determinare se è acuta o cronica.

diagnosi

Paraclinici un nervo ottico può essere ottenuto mediante le seguenti prove:
  • posteriore dell'occhio
  • campo visivo
  • potenziali evocati visivi
  • risonanza magnetica.

Oftalmoscopio o esame del fondo e segue la comparsa retinica papilla (dimensione, colore, bordi di separazione, vascolarizzazione, irregolarità di loro), così come abbiamo detto sopra può valutare porzione juxtabulbara del nervo ottico.

Campo visivo fornisce informazioni su tutti gli elementi della occhio situato in una posizione fissa può addebitare.

I potenziali evocati visivi rappresenta un metodo funzionale di studio del nervo ottico. Esso si basa sulla stimolazione istantaneo monoculare produce cambiamenti nel cervello corteccia visiva raccolti da elettrodi di superficie posizionati a questo livello. Misure pratiche il tempo che uno stimolo visivo deve viaggiare dall'occhio alla zona visiva primaria del cervello (che si trova nel lobo occipitale). I potenziali evocati visivi sono molto utili per valutare la funzionalità del nervo ottico e chiasma ottico tra papilla, quella porzione a retrobulbare, come l'ho definita sopra. Una procedura che viene eseguita nel laboratorio di elettromiografia.

MRI è una tecnica di imaging per la valutazione del nervo ottico, particolarmente utile per determinare la causa della neuropatia ottica. Molto spesso praticare insieme con l'imaging cerebrale.
66

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha