Robin Williams e una malattia chiamata depressione trascurata.

Robin Williams e una malattia chiamata depressione trascurata.

La depressione che ha colpito Robin Williams, come molti altri famosi, forse dovrebbe essere inteso in modo diverso, da ora in poi.

Robin Williams incarna la quintessenza della maledizione di Augusto clown. milioni hanno fatto ridere, ma non potevano tenere aggrappati alla "il desiderio di vivere scivoloso". Non si può culpárselo: essere felici, cioè, essere un soddisfatto è una delle cose più difficili nella vita e, paradossalmente, anche uno dei più semplici.

Si richiama l'attenzione sulla apparente ossimoro (significato opposto) che coinvolge il concetto di "pagliaccio triste", ma non è una novità: la storia delle arti dello spettacolo salvato numerosi esempi di "commedia malinconica." Inoltre, recenti studi scientifici evidenziano la connessione tra il processo creativo e la depressione. Rivediamo entrambi i fenomeni.

La creatività è collegata con una sorta di tristezza, e anche la depressione grave. Come attori Stephen Fry, John Cleese e Jim Carrey, Williams è stato solo uno dei comici che hanno ammesso pubblicamente di aver combattuto la depressione.

psicoterapeuta alpino Amy recentemente commentato alla BBC: "Molti comici hanno una personalità introversa e, per compensare, usare l'umorismo; ma può essere faticoso sembrano divertente tutto il tempo. "

In un'intervista con The Guardian, nel 1996, lo stesso Robin Williams ha confessato: "Ogni volta che si sente depresso, la commedia si arriva lì."

Nella storia della cultura abbondano esempi di correlazione tra la creatività e la personalità depressive. Alcuni di questi esempi sono Memorie dal sottosuolo, Fëdor Dostoevskij; Lettere a Theo (suo fratello), Vincent van Gogh; Riviste di Lev Tolstoj; suicide note Virginia Woolf e inoltre Alfonsina Storni, ci sono studi scientifici che vanno oltre lo stereotipo del genio tormentato.

Secondo Gordon Claridge, capo del Dipartimento di Psicologia Sperimentale presso l'Università di Oxford, "gli elementi creativi necessari per la produzione di umore sono sorprendentemente simili a quelle che caratterizzano lo stile cognitivo delle persone con schizofrenia o disturbo bipolare".

Anche nel mese di gennaio di quest'anno, uno studio condotto presso l'Università di Oxford il 30 scrittori creativi e 30 soggetti di controllo ( "normale"), ha mostrato scrittori creativi avevano una più alta incidenza di disturbi affettivi o soggetti disturbi bipolari controllo.

Al di là del triste episodio di Robin Williams, condanne a morte dovrebbe scuotere solleva la depressione, malattia incompreso che colpisce 350 milioni di persone in tutto il mondo, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità.

A questo proposito, lo scrittore Heriberto Rodriguez ha detto un bellissimo augurio: "Proprio come, 85, Rock Hudson sono morti di malattia AIDS portato alla luce, il suicidio di Robin Williams potrebbe rendere la malattia della depressione è visto in una luce diversa dal pubblico in generale ".

126

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha